GNU/Linux non libero

Molte delle persone che conosco usano GNU/Linux.
Il problema e’ che la maggior parte delle distribuzioni usate non sono
libere.

Con tutto il tamtam che segue una nuova versione di Ubuntu, Fedora o
Debian ci si dimentica del motivo per cui il sistema operativo GNU e’
nato: per dare a tutti gli utenti la liberta’.
Le distribuzioni piu’ famose hanno iniziato da tempo a includere parti proprietarie al loro interno in forma di driver, firmware o software, con la scusa di aumentare la funzionalita’ del sistema.

Utilizzare GNU/Linux significa voler essere utenti liberi e avere il
COMPLETO controllo del proprio computer. Questo non e’ possibile se si usa una distribuzione proprietaria.

Per fortuna ne esiste una chiamata gNewSense, basata su
Ubuntu, che segue la politica di non includere software proprietario (e
di eliminarlo dal sistema se presente).
Usare una distribuzione come gNewSense mette a nudo il nostro hardware
perche’ ci permette di capire qual’e’ veramente libero e quale invece no.

Questo ci ha permesso di fare notevoli passi avanti tanto da convincere
aziende come Atheros a rilasciare i driver per il wireless sotto una
licenza libera
, o come SGI che ha fatto lo stesso per la parte 3D della
grafica
.

Invito tutti gli utenti, GNU/Linux e non, a riprendersi la liberta’ che
le aziende vogliono toglierci a tutti i costi.

gNewSense c’e’.

This entry was posted in Generale. Bookmark the permalink.